La vaniglia

La vaniglia

Nessun commento

La vaniglia

La Vaniglia è una spezia ricavata dai frutti, chiamati baccelli, di un’orchidea originaria del Messico, ed è l’aroma più famoso del mondo. Infatti, è l’unica specie di orchidea che fornisce frutti commestibili.

Il suo gusto così puro e il suo profumo delicato è dal suo principio odorante chiamata vanillina

rendendola l’aroma naturale per eccellenza più usato in pasticceria. Sono tantissimi i dolci aromatizzati da lei come la pasta frolla, il pan di spagna, la crema pasticcera o il gelato. E’ una spezia importante, pensate ha anche molte proprietà mediche come ad esempio un’azione antidepressiva e tranquillante. Il suo olio essenziale spruzzato sul cuscino prima di andare a letto, rilassa la mente e aiuta ad addormentarsi facilmente questo perché il profumo della vaniglia produce una benefica regressione, risvegliando il bambino interiore.

Dove è coltivata

È coltivata soprattutto nelle zone tropicali umide, come nelle Antille, a Réunion, in Indonesia e in Madagascar.

La nascita dei baccelli richiede l’impollinazione del fiore da parte di un insetto, un genere di ape senza pungiglione il Melipona.

Essendo impossibile trapiantarlo lontano dal Messico, questo insetto,  occorre procedere manualmente mediante la tecnica di fecondazione assistita. Questa tecnica fu messa in atto nel 1841, quando un giovane schiavo di nome Edmond, addetto alle piantagioni, scoprì che con un piccolo bastoncino appuntito ed un semplice gesto del pollice era possibile impollinare rapidamente l’orchidea della Vaniglia.

Quante sono le varietà della vaniglia

Le varietà di vaniglia, sono 110 specie conosciute, di queste solo 15 producono frutti aromatici e solo 3 sono quelle più commercializzate e sono:

  • Vaniglia Bourbon, eccezionale con  un’ aroma intenso, caldo e molto spiccato, con note di cioccolato. Proviene dal Madagascar o dall’isola Réunion.
  • Vaniglia Tahiti, è una delle più pregiate, è coltivata nell’isola di Tahiti e ha un prezzo molto elevato per via della scarsa produzione. Il suo profumo è delicato e caldo, zuccherato, con note fruttate di prugna.
  • Vaniglia Pompona, coltivata in India, Messico, Martinica e Guadalupe è una specie rara e per la sua taglia eccezionale è chiamata “vaniglia banana” infatti le sue bacche raggiungono la lunghezza minima di 20 cm.

Consigli per l’uso:

  • Il baccello si apre con un coltello, facendo scorrere la lama nel senso della sua lunghezza e allargandola con il lato della lama stacchiamo i semini facendoli cadere direttamente nel composto dolce o salato, ne basteranno veramente pochi.
  • La stecca rimasta la mettiamo in un contenitore di vetro a temperatura ambiente, mai in frigorifero perché ammuffirebbe.
  • Mettiamo i baccelli usati in un barattolo di zucchero per dargli l’aroma vanigliato buonissimo per dolcificare il caffè o il tè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *

1 2 3 4 5